Amber Heard assume un investigatore privato per indagare su Johnny Depp

Amber Heard, CinemaTown.it

Amber Heard non molla nella sua lotta contro Johnny Depp e il suo team di avvocati assume un investigatore privato, ma la cosa non finisce bene per lei.


L’ultima vicenda di Amber Heard sembra essere uscita direttamente da un film criminale. L’attrice ha assunto un investigatore privato per risolvere la diatriba tra lei e Johnny Depp, ma la cosa a quanto pare le si è ritorta contro. La porno star degli anni ’70, Paul Barresi negli ultimi anni si è fatta un nome a Hollywood come l'”aggiustatore”, scavando negli affari sporchi delle persone facenti parte della lista nera, come Michael Jackson, Sylvester Stallone, Tom Cruise, Arnold Schwrzenegger e Eddie Murphy. Ma quando è arrivato il momento di Johnny Depp, Barresi ha detto che si è trovato a corto di elementi.

L’investigatore ha detto al DailyMail di essere stato assunto dal team di Amber per trovare testimoni che potessero combattere la causa di diffamazione contro di lei.

Gli avvocati di Amber mi hanno contattato e hanno detto sei l’uomo giusto per questo lavoro, così è stato come mi hanno coinvolto. Lei era emotivamente consumata e malconcia e tormentata – era una relazione volatile.

Be’, tutto questo sembra accurato. Ma cosa stava facendo lui esattamente?
Gli avvocati della star di Aquaman hanno dichiarato che il loro piano era convincere la giuria che Depp fosse colpevole di violenza domestica che Amber ha riferito nel suo articolo di Washington Post, cosa che l’avrebbe ripulita dalla diffamazione. Il lavoro di Barresi era trovare altre donne che potessero dire di aver subito abusi da parte di Johnny.
Ma non è andata così e Barresi ha detto:

Sono andato negli USA, in Francia, Italia, Gran Bretagna, ovunque Johnny avesse vagabondato, ovunque avesse camminato, non ho potuto trovare alcuna prova, non ammessa quantomeno, dove fosse stato fisicamente abusivo verso una donna, l’avesse colpita o schiaffeggiata, ed è come un angelo. Nessuna ha detto alcuna cosa che fosse deplorevole.

Non dimentichiamoci l’episodio in cui Johnny avrebbe dato un pugno a un manager sul set del film City Of Lies nel 2018. Forse legalmente non era autorizzato a parlarne. Ma comunque un pugno a un collega non equivale ad abuso o violenza sulle donne.
E che nessuno pensi che abbia fatto un pessimo lavoro, dato che ha raccontato i dettagli:

Ho intervistato dozzine di persone che lo conoscono da tre decadi, e nessuno ha detto alcuna cosa che fosse negativa su di lui. Infatti, non potevano dire abbastanza della sua costante generosità e del suo cuore tenero.

Ma alla fine quello che l’investigatore crede abbia posto fine a questo incarico non è stata tanto la mancanza di risultati, ma piuttosto il volume di risposte che ha ricevuto da associati di Johnny che hanno avuto cose orribili da dire su Amber.
Uno di questi, per esempio, l’artista tatuatore Jonathan Shaw, amico di Johnny da 30 anni. Questi ha detto a Barresi:

L’unica cosa su cui vorrei aiutare è caricare la pistola che lei voleva usare per spararle in quel fot*uto cervello.

Sì, a quanto pare ce n’è molta di quella roba; Barresi annota che “molte persone attorno a Depp sono più volatili” di quello che lui è.

Per questo la frustrazione di Amber cresceva. Non penso ci sia molta differenza tra abuso verbale e abuso fisico, fa male allo stesso modo.

Ma quando si parla di Johnny:

Volevo solo sottolineare che durante gli anni in cui ho parlato con persone vicine a Depp, lui ha dato prova senza dubbio di essere una persona generosa. Già durante la metà degli anni novanta, ha coperto costi legali, medici e ha anche pagato gli affitti dei suoi amici.

L’unico dettaglio in sospeso che Barresi ha trovato è stato riguardo un ex business partner chiamato Anthony Fox. All’inizio degli anni Novanta sono stati co-proprietari, insieme ad altri, del famigerato locale di Los Angeles Viper Room. Fox ha accusato Depp e altri di averlo defraudato, ha anche fatto causa. Tuttavia, prima che il caso si concludesse, Fox è scomparso nel Dicembre 2001. Il caso è proseguito, e alla fine Depp ha dovuto dare la sua parte del locale alla figlia adolescente di Fox.

E’ sicuramente interessante per i gossippari di Hollywood, ma comunque tutto ciò non ha nulla a che fare con una possibile violenza domestica. Amber però ha voluto che tutto il fango venisse scoperto.

Qualcuno ha parlato con Amber e lei ha detto: “No, lasciate che Paul torni indietro quanto può.

Leggi Anche: Quindi Lady Gaga ha veramente piantato Bradley Cooper per Jeremy Renner?

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it