I migliori film del 2020 che sono riusciti a essere distribuiti al cinema o in VOD

bad education migliori film del 2020 cinematown.it

Nonostante la pandemia in corso abbia bloccato le uscite dei film in questi mesi, è già possibile fare una lista dei migliori film del 2020.


Nonostante il Coronavirus abbia bloccato l’uscita di molti film previsti in questi mesi, in questa semi libertà del 2020 non sono mancate comunque uscite di film non indifferenti. Vediamo ora una serie dei film considerati tra i migliori film del 2020 usciti fino a oggi e disponibili sulle piattaforme di video on demand (VOD).

Never Rarely Sometimes Always

migliori film del 2020 cinematown.it

Con tre film in particolare nella sua carriera, la cineasta Eliza Hittman continua a dimostrarsi una delle croniste più empatiche e qualificate nel cinema contemporaneo della gioventù americana. I film del trio di Hittman It Felt Like Love, Beach Rats e Never Rarely Sometimes Always ritraggono gli adolescenti dai colletti blu ai margini del risveglio sessuale, non lontani dai pericoli. La capacità di Hittman di scrivere e dirigere film così teneri è stata a lungo rafforzata dal suo interesse nel lanciarli con nuovi talenti, così da rendere migliore la veridicità delle sue storie e presentare agli spettatori attori emergenti degni di grande attenzione. Con Never Rarely Sometimes Always, Hittman continua le sue tradizioni con il suo lavoro più vivido, uno ancora più impressionante per il suo pedigree in studio.

Bad Education

migliori film del 2020 cinematown.it

È strano come gli americani dicano ancora che la corruzione è di solito un sintomo di avidità, al contrario o in aggiunta a  qualcosa che accade quando le persone non possono permettersi di mettere in discussione il proprio valore. È una sorta di asimmetria percettiva: quando fai qualcosa di sbagliato, pensi a una scusa, quando qualcun altro fa qualcosa di sbagliato, pensi a un motivo. E’ questo che risiede in Bad Education di Cory Finley, un film poliziesco diabolicamente intelligente che vede Hugh Jackman nella sua migliore interpretazione da The Prestige, riesce a bilanciare quell’asimmetria nel modo più selvaggio e spensierato, invogliando simpatia per il diavolo anche dopo che ti convince perché dovrebbe andare all’inferno.

Miss Americana

migliori film del 2020 cinematown.it

Taylor Swift ha bisogno della tua approvazione. Lei lo ha sempre fatto. Come artista e donna, è stata condizionata a fare la cosa giusta da quando era bambina. Vivere per applausi e misurare il suo valore in pacche sulla testa. “Il mio intero codice morale è un bisogno di essere considerata “buona”, confessa la  famosa musicista all’inizio di Miss Americana di Lana Wilson, un documentario sicuro, sincero ed enormemente vincente sulla lunga strada di Swift verso l’accettazione. Eppure, per qualcuno che “ha costruito il suo intero sistema di credenze per convincere le persone ad applaudire per te”, un solo mormorio nella folla può essere sufficiente per inclinare il loro mondo fuori dal suo asse.

Bacurau

migliori film del 2020 cinematown.it

Per alcuni aspetti, il film Bacurau di Kleber Mendonça Filho può essere visto come una logica continuazione delle due opere precedenti del critico brasiliano trasformato in autore. Proprio come i rivelatori Il Suono Intorno del 2012, ad esempio, Bacurau è un ritratto paziente e ramificato di una comunità brasiliana che lotta per difendersi dallo spettro oscuro della modernità. E proprio come l’inarrestabile Aquarius del 2016, Bacurau dipende da una donna testarda inamovibile che rifiuta di abbandonare il suo posto nel mondo.

Saint Frances

migliori film del 2020 cinematown.it

La forma del vincente Saint Frances di Alex Thompson è abbastanza familiare: una millenario disaffezionata e distaccata trova uno scopo e un significato in una connessione inaspettata con un bambino audace che la costringe a crescere e ad affrontare il mondo reale in tutta la sua terrificante gloria. I bambini carini sono facili “out” nel cinema moderno, così i giovani adulti pieni di energia sono più abili nello scrollare i social media che nel farsi una carriera, ma Thompson e la scrittrice e star di Saint Frances Kelly O’Sullivan trasformano la loro premessa in qualcosa di saggio e spiritoso.

Beastie Boys Stories

migliori film del 2020 cinematown.it

Parte del fascino dei Beastie Boys ha sempre coinvolto la percezione di una battuta d’arresto che diventava seria: in che modo un trio di ragazzi ebrei della classe media di New York si infiltrò nella scena hip-hop degli anni ’90 e divenne uno dei suoi gruppi più importanti? Il gruppo chiassoso di Ad-Rock, MCA e Mike D ha risposto per la prima volta allo scetticismo con il dito medio rauco di “License to Kill”, hanno iniziato a complicare il loro suono con “Paul’s Boutique”, e alla fine del decennio non erano più uno scherzo: I Beastie Boys erano dei veri artisti che trascendevano i limiti di ogni specifico genere musicale e ne inventavano uno proprio. Beastie Boys Story fornisce una spiegazione affascinante e toccante per come l’hanno realizzato. Spike Jonze, ha diretto lo spettacolo dal vivo messo in scena diverse notti al Kings Theatre di Brooklyn lo scorso anno, e prende le redini in questa semplice versione registrata, selezionata da molteplici spettacoli.

Liberté

migliori film del 2020 cinematown.it

Il regista catalano Albert Serra si ispira in parti ai periodi strani dei film biografici di Casanova Story of my Death e  del lento The Death of Luis XIV. Eppure il lavoro di Serra ha un fascino poetico che percorre sotto i suoi provocanti esterni, come l’idea stessa di fondere le formalità del passato con fiorenti registri volgari che si risolvono in una grande battuta storica: Serra ci dà la sembianza di un vecchio mondo eurocentrico come gli piace ricordare, ma si lancia in sesso e fluidi corporei che lo fanno risuonare in termini più immediati e viscerali. La sua filmografia equivale a una lezione di storia alternativamente grossolana e stravagante. A tal fine, Liberté è il film migliore che ha realizzato. Con la miscela di elementi visivi eleganti e argomenti provocatori, Serra raggiunge l’apice con un film lussureggiante e inquietante quasi esclusivamente composto da orge da parete a parete nei boschi, ed è quasi certamente il dramma più esplicito del diciottesimo secolo mai realizzato.

Emma

migliori film del 2020 cinematown.it

Emma del regista Autumn de Wilde si presenta un film indulgente su persone indulgenti che osa immaginare come, su una linea temporale abbastanza lunga, l’intera esistenza umana potrebbe non essere più importante di un un cappello di paglia a forma di biscotto della fortuna, o una camicia blu scuro che si staglia contro un soprabito color senape, o le romantiche disgrazie di un’adolescente poco sofisticata mentre riverberano attraverso una vana tasca della nobiltà inglese.

Selah and the Spades

migliori film del 2020 cinematown.it

Il debutto al cinema di Tayarisha Poe con Selah and the Spades è un pò incerto. Tuttavia, tutto è perdonato: Poe e Amazon, che ha acquisito il film al Sundance 2019, hanno svelato un adattamento Amazon Studios di una serie sul dramma del liceo, ma Poe ha costruito un mondo ricco che è uguale a Rushmore, Scheggie di Follia  e  Il padrino, con tutta l’imprevedibilità che il comportamento adolescenziale può eventualmente generare. Ambientato nella lussureggiante Haldwall School, Poe porta il tribalismo del liceo a un nuovo livello, costruendo una gerarchia di collegi in cui cinque fazioni governano il campus e forniscono ai suoi cittadini molti vizi necessari.

First Cow

migliori film del 2020 cinematown.it

Pochi cineasti lottano con ciò che significa essere americani nel modo in cui Kelly Reichardt ha iniettato questo quesito in tutti i suoi film. In un modo meticoloso tipico del suo approccio affascinante, First Cow consolida i potenti temi di tutto ciò che lo conduce: la nascente America della frontiera del 19° secolo al centro di Il Sentiero di Meek, tocca l’ambiente frustrante di Movimenti notturni, si crogiola nel glorioso isolamento della campagna in Certain Women,  e nelle cupe scie di vagabondaggio al centro di Wendy e Lucy.

Wendy

migliori film del 2020 cinematown.it

La stravagante lirica del breakout del 2012 Re della Terra Selvaggia doveva una certa influenza a Peter Pan, quindi non sorprende che la classica storia di un ragazzo che non crescè fornisce le basi per l’atteso Wendy del regista Benh Zeitlin. Sono trascorsi sette anni da quando Beasts è diventato un fenomeno culturale a sorpresa, fondendo immagini evocative e uno sfondo paludoso fantasioso con temi emotivi complessi. Sembra che Zeitlin sia stato intrappolato in un’Isola che non c’è tutta sua, perché in Wendy sembra che il tempo non scorra.

Shaun, Vita da Pecora: Farmageddon – il Film

migliori film del 2020 cinematown.it

I fan del film Shaun, Vita da Pecora del 2015 sarebbero stati perdonati per la preoccupazione che il sequel potesse tradire i semplici piaceri dell’originale, e la lunga serie TV che lo ha ispirato. Dopotutto, il film precedente parlava di una pecora birichina che viaggiava nella grande città per trovare il suo contadino scomparso, e quello nuovo è sottotitolato Farmageddon. Ma chiunque si stia preparando per l’equivalente in stop-motion di un film di Michael Bay,  convinto che la Aardman Animations abbia abbandonato le gioie lavorative quotidiane di Wallace and Gromit al fine di inseguire lo spettacolo frenetico del cinema per bambini più contemporaneo, ha avuto i prosciutti sugli occhi.

P.S. Ti Amo Ancora

migliori film del 2020 cinematown.it

I fan preoccupati di non ricordare i grandi ritmi dei primi film non devono preoccuparsi, P.S. Ti Amo Ancora si apre con un  riassunto che si aggiunge solo alla sensazione episodica del franchising in crescita. La regista originale Susan Johnson è stata sostituita con il cineasta Michael Fimognari, che ha anche diretto il terzo lungometraggio del franchise To All the Boys: Always and Forever, Lara Jean, che espande la portata e le emozioni della storia per realizzare un sequel più grande e migliore del suo delizioso predecessore.

La Gomera – L’isola dei fischi

migliori film del 2020 cinematown.it

Il regista rumeno Corneliu Porumboiu realizza film giocosi con molto da dire. Dalle chiacchiere storiche del suo debutto  A est di Bucarest alle riflessioni impassibili sul linguaggio della giustizia in Polizia, Aggettivo all’etica del cinema in Quando la sera scende su Bucarest o Il Metabolismo, Porumboiu è riuscito ad estrarre idee irresistibili con tecniche narrative a lenta combustione cariche di imprevedibilità. Con la commovente storia del padre-figlio del 2015 Il Tesoro, in cui la narrativa itinerante si basa sul payoff sentimentale, ha iniziato ad arricchire il suo stile con metodi più accessibili. Questa propensione diventa ancora più forte con il suo divertente noir La Gomera – L’isola dei fischi, un raffinato mix di motivi di genere che suggerisce cosa potrebbe accadere se la banda Ocean’s 11 si radunasse alle Isole Canarie.

Tigertale

migliori film del 2020 cinematown.it

Chiunque guardi  Tigertail a causa del ruolo dello sceneggiatore-regista Alan Yang nella creazione di Master of None può essere sorpreso nel scoprire che non c’è nulla di divertente al riguardo. Con il tempo, tuttavia, Tigertail sviluppa un caso per i suoi obiettivi modesti. Un film immigrato a lenta combustione con smalto visivo per risparmiare, il film modella la trama piacevole in un ritratto lussureggiante e commovente di sogni americani messi sottosopra da duri controlli di realtà. Yang infonde la sua storia più fervida e semi-fiction, ispirata dalle esperienze di suo padre, con le suggestive tradizioni narrative del moderno cinema asiatico, da Wong Kar Wai a Edward Yang, creando un’atmosfera ricca e intima ad ogni angolo. Mentre il film non raggiunge la padronanza narrativa delle sue influenze, il primo lungometraggio di Yang ha una linea emotiva toccante fondata sull’autenticità.

Valley Girl

migliori film del 2020 cinematown.it

Tutti conoscono i ritmi dell’originale Valley Girl, la Ragazza di San Diego, una gemma color neon del cinema incentrato sugli adolescenti degli anni ’80 che dovrebbe essere ricordata nello stesso respiro di Fuori di Testa e Sixteen Candles -Un Compleanno da Ricordare, tuttavia è rimasta stranamente difficile da trovare nei quasi quattro decenni da quando è stato rilasciato. Come la maggior parte delle grandi storie d’amore del liceo, è una storia di Romeo e Giulietta, questa volta configurata attorno a una coppia di amanti decisamente adatti al periodo: una Valley Girl dalla coda di cavallo alta e un punk hollywoodiano tatuato. Il film originale di Martha Coolidge, interpretato da Deborah Foreman e un giovane Nicolas Cage, potrebbe non sembrare la scelta più ovvia per un remake, ma l’intelligente omaggio di Rachel Lee Goldenberg trova una nuova strada nel materiale, trasformandolo in un vivace musical jukebox.

Volevo Nascondermi

migliori film del 2020 cinematown.it

Giorgio Diritti, considerato il poeta cinematografico del nord Italia dopo che il suo primo lungometraggio nobile The Wind Blows Round 2005, ambientato nelle Alpi Occitane, gli è valso premi e riconoscimenti, punta in alto nell’ambizioso e impressionante Volevo nascondermi. Potrebbe essere il film biografico definitivo di Antonio Ligabue, il celebre pittore e scultore naïve italiano, la cui storia sfortunata prende vita. Molto è dovuto alla prestazione a eliminazione diretta di Elio Germano come artista, che sottolinea la sua individualità e le sue sfide di salute mentale. Ironia della sorte, il film fa il suo inchino al concorso di Berlino la stessa settimana della morte di un altro attore italiano, Flavio Bucci, che ha memorabilmente “dipinto” Ligabue per Rai TV nel 1978.

Odio l’Estate

migliori film del 2020 cinematown.it

Aldo Giovanni e Giacomo, il magico trio è tornato. Con Odio l’Estate lo schema funziona ancora, il trio sembra aver ritrovato la giusta efficacia di un tempo, quell’affiatamento che era mancato da un pò negli ultimi film del magico trio.  Aldo Giovanni e Giacomo sono tornati, anche se invecchiati, con un qualcosa da dare e di dire, come erano mancati agli spettatori, erano mancati al cinema italiano. La loro comicità dal tocco unico torna con Odio L’estate, portando ai ricordi gli sketch che hanno segnato i loro film che un’intera generazione non può aver dimenticato.

LEGGI ANCHE: Il Festival di Cannes cede il passo alla pandemia: i film verranno presentati all’interno di altre manifestazioni

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it