Hamilton non sarà candidato agli Oscar ma potrebbe vincere un Emmy

Hamilton ha vinto 11 Tony, un Pulitzer e un Grammy, e la versione di Disney Plus è stata chiacchierata sui social media per tutto il weekend del 4 luglio, ma non rientrerà nelle categorie degli Oscar.
hamilton cinematown.it

La versione di Hamilton di Disney Plus è stata chiacchierata sui social media per tutto il weekend del 4 luglio, ma non rientrerà nelle categorie degli Oscar.


La Disney aveva pianificato il rilascio di Hamilton nelle sale cinematografiche nell’ottobre 2021, prima di lasciarlo al suo servizio di streaming, ma non è abbastanza per essere considerato agli Oscar. Sebbene le regole di ammissibilità siano state modificate in aprile per consentire ai film con uscite pianificate di competere, secondo l’Academy “le produzioni teatrali registrate non sono ammissibili”. Mentre Give ‘em Hell, Harry, una registrazione dell’omonima commedia teatrale, ha ottenuto una nomination all’Oscar come miglior attore per James Whitmore nel 1976, le regole sono cambiate nel 1997 quando il linguaggio è stato aggiunto alla categoria documentari che ha squalificato gli spettacoli teatrali registrati. Hamilton è stato presentato in anteprima sul servizio di streaming Disney Plus venerdì 3 luglio. Da venerdì a domenica, la sua app è stata scaricata 752.451 volte a livello globale, tra cui 458.796 volte negli Stati Uniti, secondo Apptopia. All’inizio di maggio, Disney Plus aveva 54,5 milioni di abbonati in tutto il mondo a soli sei mesi dal suo lancio e negli Stati Uniti il servizio di streaming costa 6,99 dollari al mese o 69,99 all’anno. Il film è stato diretto da Thomas Kail e interpretato da Lin-Manuel Miranda, Leslie Odom Jr., Daveed Diggs, Renée Elise Goldsberry, Jonathan Groff, Christopher Jackson, Jasmine Cephas Jones, Okieriete Onaodowan, Anthony Ramos e Phillipa Soo.

Sul fronte dei premi televisivi, Hamilton sarà effettivamente idoneo per essere preso in considerazione agli Emmy 2021, ma ecco il problema: dovrà entrare nella straordinaria categoria speciale (preregistrata), e non nella competizione cinematografica televisiva. Sempre secondo le regole dell’Academy, “Programmi originati o derivati/adattati esclusivamente da un mezzo diverso dalla televisione (ad esempio esibizione di concerti registrati, spettacoli di Broadway, opera, spettacoli da night club) e componenti di intrattenimento di programmi sportivi sono ammissibili come varietà speciali (live o preregistrate)”. Ciò purtroppo limita gli attori di Hamilton nelle vincite, nonostante siano molto talentuosi. Le regole degli Emmy affermano che “l’ospite principale per le serie di varietà e l’ospite principale/performer per gli speciali di varietà sono ammessi a partecipare con le categorie del programma. Gli artisti secondari non sono ammessi”. Hamilton è noto per la sua musica, ovviamente, e sarà in grado di competere nella straordinaria categoria di regia musicale. Ma non sarà in grado di competere nella categoria dei testi originali, che è “limitata alle canzoni scritte espressamente per il film in questione, ed eseguite per la prima volta in un film durante l’anno di ammissibilità”. Gli adattamenti di Broadway in TV sono abbastanza comuni e hanno visto un sacco di nomination agli Emmy e vittorie nel corso degli anni, sia attraverso serie di antologie come Great Performances e American Playhouse, sia speciali come Elaine Stritch at Liberty e John Leguizamo’s Freak. Tuttavia, un portavoce di Disney Plus ha dichiarato che lo streamer non ha ancora determinato i suoi piani per gli Emmy del 2021.

LEGGI ANCHE – Ci lascia a 91 anni il grande compositore di musica Ennio Morricone

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it