J.K. Rowling twitta ancora: «le cure ormonali come antidepressivi sono dannose per gli omosessuali»

Spinta a parlare da un utente Twitter piuttosto aggressivo, JK ha espresso il suo sostegno contro le cure ormonali prescritte come antidepressivi.
j.k. rowling jk rowling cinematown.it

Sollecitata a dire la sua da un utente Twitter piuttosto aggressivo, J.K. Rowling ha detto la sua sulle terapie ormonali prescritte come antidepressivi.


Dopo le dichiarazioni sulle persone transgender delle scorse settimane, J.K. Rowling è tornata a twittare aprendo dei thread sulle terapie ormonali che alcuni sostengono poter deviare la natura omosessuale dei giovani, ma che secondo la scrittrice non farebbero l’interesse di queste persone, come riporta Variety. Il tweet di J.K. Rowling cita:

“Molti, me compresa, credono che stiamo assistendo a un nuovo tipo di terapia di conversione per i giovani gay, che sono stati avviati a un percorso permanente di medicalizzazione che potrebbe comportare la perdita della loro fertilità e/o della piena funzione sessuale.”

Il tweet di J.K. Rowling è in risposta a un post del 4 luglio dell’utente di Twitter @TrinerScot, che ha sollecitato l’autrice per sapere che ne pensasse di un post dell’utente @Manaxium, secondo cui le prescrizioni di ormoni sono i nuovi antidepressivi: “Sì, a volte sono necessari e salvano la vita, ma dovrebbero essere l’ultima risorsa, non la prima opzione. Coloro che preferiscono prescriverli piuttosto che dedicare tempo e sforzi per curare le menti delle persone sono solo pigri.”

La risposta della scrittrice è arrivata in seguito ad alcune dichiarazioni controverse attribuitegli nel tempo e contro le quali Rowling non ha voluto ribattere, affermando però che nei confronti di una questione delicata come quella delle cure mentali non poteva far finta di nulla. Ha infatti espresso preoccupazione per i giovani con problemi di salute mentale che potrebbero “essere deviati verso gli ormoni e la chirurgia quando questo non sarebbe nel loro interesse”, prima di parlare della terapia di conversione.

“Quando menti su ciò in cui credi sui farmaci per la salute mentale e quando travisi le opinioni di una donna trans per la quale non provo altro che ammirazione e solidarietà, passi il segno. Niente di tutto ciò può scalfire la tua fede nella giustizia. Ma in tal caso, non posso fingere di preoccuparmi molto della tua cattiva opinione di me.”

LEGGI ANCHE: J.K. Rowling – due dei più importanti fansite di HP prendono le distanze dall’autrice

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it