Lucifer ha seguito l’omonimo personaggio di Tom Ellis mentre abbandonava l’Inferno e si trasferiva a Los Angeles per lavorare come consulente per il dipartimento di polizia. Lucifer Morningstar ha aiutato a risolvere i crimini per sei stagioni, ma il protagonista dello show non tornerà per una settima. Tuttavia, Ellis ha chiarito che se si verificassero due condizioni particolari, prenderebbe in considerazione la possibilità di riprendere il ruolo.

In un’intervista rilasciata al podcast Inside of You with Michael Rosenbaum, all’attore è stato chiesto della possibilità di una settima stagione. Ellis ha spiegato che, sebbene una settima stagione dello show non lo interessi, prenderebbe in considerazione l’idea di tornare nel ruolo per un film e se la sceneggiatura fosse buona. L’attore ha anche sottolineato la sua avversione per il revival di uno show per motivi finanziari. “Non si tratta di farlo solo per il gusto di farlo”, ha detto. L’attore cita la sua esperienza nella sitcom britannica Miranda come parte del motivo per cui tornerebbe solo per un’ottima sceneggiatura di Lucifer.

“Miranda, ad esempio, ha realizzato solo 20 episodi in totale. Ed è ancora un’icona, e ha ancora una vita ultraterrena che la gente rivisita”, ha detto. “Ma il motivo per cui ne abbiamo fatti solo così tanti è che Miranda non voleva farne altri. E non voleva più scrivere perché ci voleva tanto. Ma ha scritto tutti gli episodi. E sentiva di avercela fatta. E, sapete, di prenderlo a calci in testa e di diluirlo come prodotto solo per il gusto di farne sempre di più e sempre di più. Lei non voleva farlo e io l’ho rispettata moltissimo per aver preso questa decisione perché la BBC ne aveva un disperato bisogno”.

Ellis ha anche espresso la sua frustrazione per l’incessante necessità di Hollywood di realizzare altri sequel, reboot e remake, dicendo: “Dovrebbe essere, sai, dovremmo firmare la sceneggiatura e tutte queste cose. Perché mi sembra che una delle cose strane del lavorare qui sia che, quando hai successo, la gente vuole sempre di più, sempre di più, sempre di più. Mentre dalle mie parti il motto è: “Lascia che vogliano di più”. E nel Regno Unito non c’è mai stata un’industria basata su un’attività commerciale di questo tipo”.

Lucifer è durata 6 stagioni e ha visto l’angelo caduto Lucifer Morningstar (basato sul personaggio della DC) trasformarsi da un diavolo subdolo e dissoluto a uno più premuroso e attento. Nel corso della serie, si lega sentimentalmente a Chloe, una detective della polizia di Los Angeles. Il finale della serie vede Lucifero prendere una decisione importante: tornare all’Inferno per aiutare le anime dannate a pentirsi e salire in Paradiso, cosa che fa per il bene di Rory, la figlia sua e di Chloe. Il carattere definitivo della serie la rende molto più adatta a un seguito cinematografico che a un revival della settima stagione.

Oltre a Ellis, il cast di Lucifer comprendeva Lauren German, Lesley-Ann Brandt, Scarlett Estevez, Rachael Harris, Kevin Alejandro, D. B. Woodside, Kevin Rankin, Tricia Helfer e Aimee Garcia. La serie è disponibile in streaming su Netflix.