Scott Wilson, attore nato in Georgia e ammirato per l’intensità drammatica dimostrata in progetti oscuri e inquietanti come In Cold Blood, The Walking Dead e The Ninth Configuration, è morto a 76 anni dopo una lunga lotta contro il cancro. I dettagli sul triste evento non erano immediatamente disponibili, ma l’account twitter ufficiale di The Walking Dead ha confermato la scomparsa di Scott Wilson, avvenuta sabato scorso. Al Comic-Con 2018 di New York, la showrunner della serie Angela King ha annunciato che l’attore avrebbe ripreso il ruolo di Hershel nella nona stagione – in arrivo questa domenica – anche se non ha rilasciato alcun dettaglio sulla partecipazione di Wilson, che aveva già girato alcune scene. Tale annuncio è stato fatto appena un’ora prima che l’attore venne dato per morto sui social. In una dichiarazione fatta a THR, un portavoce di AMC ha detto:

Scott Wilson sarà sempre ricordato come un grande attore e ci sentiamo tutti fortunati ad averlo conosciuto come una persona migliore di quanto ci aspettassimo. Il personaggio incarnato in The Walking Dead ha avuto una parte centrale nella serie, come Scott nella vita reale. Hershel era un personaggio le cui azioni continuano ad influenzare le scelte degli altri personaggi. I nostri cuori sono rivolti alla famiglia, agli amici e ai milioni di fan che lo ammiravano.

I fan di CSI conoscono Scott Wilson come il tormentato proprietario del casinò di Las Vegas Sam Braun, il padre di Catherine Willows, e ha recitato nei panni del vicino disturbato Judd Travers nei tre film della famiglia Shiloh prodotti dal 1996 al 2006. Scott Wilson è stato anche parte del cast de Il Grande Gatsby del 1974, figurando come il proprietario della stazione di servizio che uccide Jay nella sua villa, per poi suicidarsi. Era un attore che portava un forte senso di malinconia in tutte le sue interpretazioni. Recentemente, Scott Wilson aveva partecipato a spettacoli televisivi come Bosch, The OA e Damien. Il co-protagonista di Bosch, Titus Welliver, è stato uno dei primi a commentare la morte dell’attore sabato sera, affermando di avere il cuore a pezzi, sul suo account Twitter. Nel 2011 Wilson dichiarò:

Ho fatto più di quanto sperassi di fare. Non voglio essere una grande star del cinema, ma potrei essere uno qualunque che cammina per la strada senza essere riconosciuto, quindi voglio diventare un attore sempre più bravo al massimo delle mie capacità.

LEGGI ANCHE: Le ultime indiscrezioni sulla nona stagione di The Walking Dead