Grindelwald vs Voldemort: quale villain di Harry Potter vincerebbe?

Harry Potter cinematown.it

I due villain della saga di Harry Potter sono al centro di dibattiti su chi sia stato il più potente mago oscuro di tutti i tempi.


Il Mondo Magico è la casa di alcuni dei cattivi più ignobili della finzione. La saga di Harry Potteè stata traumatizzata da Lord Voldemort per diverso tempo, un psicopatico col desiderio malato di sconfiggere la morte, ha scatenato una guerra e quasi distrutto Hogwarts dall’interno. Prima dei tempi di Voldemort, però, c’era Gellert Grindelwald, un mago oscuro con l’ossessione per i Doni della Morte. Voleva conquistare l’intero mondo e ci è quasi riuscito. Con l’avvento di Animali Fantastici e la possibilità, quindi, di conoscere meglio questo mago, temuto e rispettato dallo stesso Albus Silente, viene da fare dei facili paragoni tra lui e Voldemort per vedere chi dei due è il più forte. Abbiamo quindi individuato cinque motivi per cui Grindelwald è più forte e cinque per cui invece è il più forte.

Voldemort e gli Horcrux

Harry Potter CinemaTown.it

Se lo scopo di Grindelwald era trovare degli oggetti che lo avrebbero reso il padrone della Morte, Voldemort invece aveva trovato un modo per diventare immortale sotto forma di Horcrux. Dividendo la sua anima in sette pezzi, Voldemort era quasi invincibile. Ciascun Horcrux aveva un modo per difendersi. Gli Horcrux hanno minacciato Harry e i suoi amici in diverse occasioni (e uno ha addirittura provocato la morte di Albus Silente). Prima di poter battere Voldemort e sconfiggerlo, bisognava quindi trovare questi Horcrux (nascosti nei posti più difficili da trovare) e distruggerli; quest’ultimo compito non è per nulla semplice se si considerano le poche armi che possono davvero distruggere un Horcrux. Solo il mago più determinato ci poteva riuscire.

Grindelwald e la Bacchetta di Sambuco

Harry Potter CinemaTown.it

Sia Grindelwald che Voldemort sono stati possessori della Bacchetta di Sambuco, ma c’era un’enorme differenza su come i due l’hanno usata. Voldemort era un mago straordinario, ma la Bacchetta non gli ha mai obbedito. Obbediva soltanto ad Harry Potter. Grindelwald, d’altro canto, era davvero il proprietario della Bacchetta. In Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, viene mostrato evocare incantesimi che la maggior parte dei maghi non si sarebbe mai sognata di poter fare. Sono stati necessari diversi Auror e stregoni per combattere il suo mortale fuoco magico alla fine del film. Voldemort aveva il potere, ma non il potere della Bacchetta di Sambuco.

Voldemort e i Mangiamorte

Harry Potter CinemaTown.it

Voldemort ha avuto successo in entrambe le Guerre Magiche perché aveva i suoi numerosi Mangiamorte dalla sua parte. I Mangiamorte non erano solo tanti, ma erano anche abili con la magia, potevano fare incantesimi che tanti altri maghi non erano in grado. I Mangiamorte riuscivano a chiamare il loro Signore in qualsiasi momento, il quale li raggiungeva in pochi secondi. Riuscivano persino a trasformarsi in nuvole di fumo che gli permetteva di raggiungere posti più lontani o addirittura combattere più velocemente. I Mangiamorte erano fedeli a Voldemort o per paura o per vera fedeltà verso i suoi ideali. Qualsiasi fosse il motivo, erano mortali.

Grindelwald e la persuasione

Harry Potter CinemaTown.it

Grindelwald era un maestro della retorica. Quando è stato imprigionato dal Ministero della Magia, gli hanno tagliato la lingua per quanto era persuasivo. Quando Grindelwald è poi fuggito e ha iniziato a raccogliere seguaci in tutta Europa, quella lingua d’argento è diventata evidente. Sapeva fare discorsi pieni di carisma riguardo i veri diritti sia dei maghi che dei babbani. Mentre Voldemort ha dimostrato di poter essere persuasivo per guadagnare tutti i tipi di seguaci, c’erano persone che sapevano che era malvagio ma lo hanno seguito lo stesso. Quelli che combattono affianco a Grindelwald pensavano di star agendo per il Bene Superiore. Questo ha reso i suoi seguaci potenzialmente più minacciosi.

Voldemort e la paura psicologica

Harry Potter CinemaTown.it

Lord Voldemort non era il suo vero nome. Tuttavia, instillava paura nei cuori di così tanti maghi che nessuno osava pronunciarlo. Poche persone conoscevano il suo vero nome. Quello che è davvero pericoloso riguardo la paura di un nome è che questo aumenta ancora di più la paura per Voldemort. Harry Potter, Ron ed Hermione non avevano paura di usarlo invece perché sapevano che questo li avrebbe soltanto dissuasi dal combatterlo. Molti maghi hanno scelto di non prendere parte nella Guerra Magica soltanto perché erano troppo spaventati dal Signore Oscuro. Una delle sue armi più forti è la paura psicologica.

Grindelwald e l’abilità nei duelli

Harry Potter CinemaTown.it

Voldemort e Grindelwald erano entrambi abilissimi nel combattere, ma Grindelwald superava il Signore Oscuro. Voldemort ha combattuto contro Silente, ma questi gli era sempre superiore. Solo quando Silente è morto Voldemort è riuscito a conquistarsi Hogwarts. Tuttavia, Grindelwald è riuscito a combattere Silente quando era più giovane e vivace. Il loro combattimento è stato così epico che è diventato una leggenda. Anche se Silente alla fine è riuscito a succedere, persino lui ha ammesso ad Harry Potter che Grindelwald gli era vicino in abilità. Voldemort non avrebbe avuto alcuna possibilità di sconfiggere Grindelwald.

Voldemort è spietato

Harry Potter CinemaTown.it

Sia Grindelwald che Voldemort erano maghi oscuri che inducevano molte persone a seguirli. Voldemort però non ha mai pensato troppo in avanti. Era preoccupato di chi poteva mettergli i bastoni tra le ruote ed esauriva tutte le sue risorse per sbarazzarsene. Voldemort convinceva le persone a unirsi a lui solo per ucciderle alcuni istanti dopo. Non aveva rispetto per la vita umana e nemmeno per la vita dei maghi. Vedeva solo il suo scopo finale e si sarebbe facilmente sbarazzato di coloro che gli si mettevano in mezzo.

Gellert è intelligente

Harry Potter CinemaTown.it

Voldemort era un mago difficile, ma Grindelwald lo sconfiggeva di molto. Grindelwald è molto più intelligente, riesce sempre a vedere i risultati delle sue azioni nel lungo termine e sa come fare per ottenerli. I crimini di Grindelwald era focalizzato su lui che cerca un modo per avvicinarsi a Credence in modo da averlo tra i propri ranghi. Grindelwald ha puntato i maghi più utili e potenti del suo tempo nel tentativo di portarli nel proprio team. Se fosse stato fronteggiato da un serio opponente, avrebbe di certo tentato di portarlo dalla propria parte piuttosto che cercare di sconfiggerlo, mentre Voldemort avrebbe solo lanciato una maledizione senza perdono.

Voldemort ama la morte

Harry Potter CinemaTown.it

Voldemort celebrava la fine di una vita quando non aveva a che fare con la sua. Distruggeva le vite solo perché era divertente e mandava i suoi Mangiamorte a tormentare sia i maghi che i babbani. Organizzava riunioni dove poteva massacrare gli insegnanti di Hogwarts sopra un tavolo. Così come lui, anche alcuni dei suoi Mangiamorte condividevano questa passione verso la morte e si eccitarono nel momento della battaglia di Hogwarts. Questo amore per la morte ha reso Voldemort un cane feroce senza guinzaglio. Non si poteva mai dire cosa avrebbe fatto.

Grindelwald il Conquistatore

Harry Potter CinemaTown.it

Sembra che le strategie di Grindelwald ripaghino molto di più di quelle di Voldemort. In soli sei anni è riuscito a conquistare tutta l’Europa, il che ha portato a una Guerra Magica globale dove i maghi da tutte le parti si sono dovuti unire e combattere. Voldemort ha conquistato una buona parte di Europa, ma gli sono serviti 14 anni per avvicinarsi anche solo un po’ al territorio di Grindelwald. Inoltre, Voldemort non aveva tutto il mondo ai suoi piedi, solo una parte. L’unico motivo per cui Grindelwald è stato fermato e la guerra conclusa è stato Silente. Voldemort è stato fermato invece da Harry Potter, un semplice ragazzino di 17 anni.

Fonte: ScreenRant

Leggi Anche: Harry Potter – le cruciali differenze tra i libri e i film