The Irishman deve ufficialmente rinunciare alla presentazione al Festival di Cannes

the irishman cinematown.it

The Irishman poteva essere il rompighiaccio tra Netflix e il Festival di Cannes, ma problemi di post produzione ne impediranno la presentazione.


A seguito delle iniziali supposizioni riguardo Netflix e il Festival di Cannes, sul fatto che avrebbero difficilmente trovato una soluzione per consentire ai film della piattaforma di partecipare alla competizione, arriva da Variety la conferma che il gigante dello streaming dovrà definitivamente rinunciare a partecipare al Festival, per il secondo anno consecutivo. La complicazione fa sì che The Irishman di Martin Scorsese, The Laundromat di Soderbergh, The King di David Michod e Uncut Gems dei fratelli Safdie, saranno tagliati fuori dal Festival di Cannes, e per alcuni di loro il periodo di attesa per la presentazione in anteprima si allunga fino ai festival autunnali.

The Irishman di Scorsese, sarebbe stato senza dubbio uno dei titoli più attesi del Festival di Cannes – se non addirittura il più atteso di tutti – ma come confermato da Variety, il film non sarebbe pronto per debuttare entro maggio, nonostante Netflix stesse portando avanti le sue trattative con la direzione della manifestazione. Alla base della rinuncia, pare vi sia l’estenuante lavoro di post produzione legato ai ritardi di completamento del ringiovanimento in CGI di De Niro, Pacino e Pesci, il che rappresenta una vera spina nel fianco per la comunità cinematografica, avendo il direttore artistico del Festival di Cannes, Thierry Fremaux, contrattato a lungo con Scorsese per portare il film alla manifestazione.

L’accordo serviva per far sì che il Festival di Cannes non dovesse rinunciare a un grande titolo, come successo con Roma di Cuarón, e faceva leva sull’ottimo rapporto tra Martin Scorsese e la manifestazione, avendo vinto la Palma d’Oro per Taxi Driver. Il ritardo nell’ultimazione di The Irishman, costringe Netflix ad affidarsi alla premiere del Festival del Cinema di Venezia a fine agosto. Mentre la battaglia tra la piattaforma e il Festival di Cannes è stata più ostile lo scorso anno, per il 2019 si presagiva un clima di distensione, come confermavano le parole di Thierry Fremaux:

Questo del 2019, sarà il terzo round tra noi e Netflix, ma tra la piattaforma e il Festival di Cannes esiste un dialogo, e voglio davvero poter trovare una soluzione. Vedremo ad organizzazione in corso.

LEGGI ANCHE: The Irishman sarà l’ago della bilancia nella guerra tra Hollywood e Netflix

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni