Con Midsommar – Il villaggio dei dannati che sta regalando ottime prestazioni al box office e recensioni positive dalla critica, il cinema horror non potrebbe essere più in salute. A questo proposito, Justin Chang, nel 2017, aveva dichiarato sul Los Angeles Times che l’horror era decisamente il genere preferito dal Presidente degli Stati uniti d’America, Donald Trump, e che così Stephen King ne era il Santo Patrono.

I racconti del maestro del brivido stanno trovando nuova popolarità, grazie ad alcuni recenti successi di adattamenti cinematografici come It ed il suo sequel, It: Chapter 2, mentre molti altri sono in fase di produzione. E sebbene Stephen King sia considerato il massimo esperto in materia di orrori, ritiene che esista uno scenario ben più terrificante dei suoi libri: la presidenza di Donald Trump.

In un’intervista a NowThisNews, quando il giornalista gli ha chiesto se Trump fosse più spaventoso delle sue novelle, lo scrittore ha riso di gusto, aggiungendo poi:

Per rispondere brevemente dico di sì. Certo. Penso che sia davvero terrificante.

In aggiunta, ha ricordato di aver predetto un simile scenario politico in La Zona Morta, un suo libro uscito nel 1978 e poi riadattato per il cinema da David Cronenberg nel 1983. Al tempo descrisse una figura politica con alcune somiglianze rispetto al Presidente Trump.

Ero piuttosto convinto che fosse possibile che sarebbe potuto sorgere un politico così al di fuori del mainstream da poter catturare l’immaginario dell’elettorato americano.

La Zona Morta segue le vicende di un businessman convertitosi alla politica ed affamato di potere di nome Greg Stillson, interpretato da Martin Sheen (Apocalypse Now). Stephen King ha descritto il personaggio come qualcuno che predicava “follie a cui nessuno poteva credere davvero, almeno finchè non è arrivato Trump“.

La mia preoccupazione, quando scrissi La Zona Morta, fu che qualcuno come Greg Stillson potesse davvero essere eletto Presidente degli Stati Uniti e scatenare la Terza Guerra Mondiale. Sembra che ora sia successo davvero.

Leggi Anche: Bond 25, Christoph Waltz tornerà nei panni di Blofeld