Ancora poco si sa del nuovo e riservato progetto di Jennifer Lawrence, però qualcosa pare essere saltato fuori. Collider riporta che Brian Tyree Henry, fresco di un periodo di successi che lo hanno visto rubare le scene, come in Se le strade potessero parlare e Widow, ha ricevuto la richiesta di affiancare la Lawrence nel ruolo di protagonista. Inoltre ci sono alcuni dettagli sulla trama. Il film è ancora senza titolo, scritto per la prima volta da Elizabeth Sanders e guidato dalla regista Lila Neugebauer, si focalizzerà su una veterana della guerra in Afghanistan che, tornata a casa, avrà a che fare con un difficile recupero dopo aver subito un danno al cervello. Sará proprio l’ex attrice di Katniss Everdeen a interpretare quel ruolo, ponendo fine al periodo sabbatico che si è presa dopo il film dell’anno scorso, Red Sparrow. L’attrice ha vinto un Oscar per il ruolo ne Il lato positivo, e ha anche ricevuto una nomination per American Hustle e Joy.

Secondo quanto riportato da Collider, Lawrence era intrigata all’idea di fare un film centrato sulla guerra e aveva apprezzato l’adattamento di Steven Spielberg del memoire di Lynsey Addario, It’s What I Do: A Photogrspher’s Life of Love and War.

Per quanto riguarda Henry, invece, l’attore è diventato noto grazie al ruolo in Atlanta e prossimamente lo si vedrà nel reboot di Child’s Play e nel Joker di Todd Phillips con Joaquin Phoenix nel ruolo principale. Ultimamente è stato molto impegnato, con altri progetti in arrivo, incluso The Woman in The Window di Joe Wright e Superintelligence con Melissa McCarthy, e Godzilla vs. Kong in uscita l’anno prossimo.

Neugebauer di recente ha debuttato a Broadway con l’acclamato revival di Kenneth Longergan di The Waverly Gallery e prossimamente dirigerà lo spettacolo Dying City. Questo progetto senza titolo è il suo primo film, anche se ha diretto un episodio per la HBO di Room 104.

Leggi anche – Festival di Cannes 2019: la selezione ufficiale dei film in gara