The Irishman prosegue il suo percorso nella piattaforma. I primi dati confermano che nei primi cinque giorni, la pellicola diretta da Scorsese è stata visionata da 17 milioni di utenti americani. L’ interesse presso il grande pubblico, spinto dalle critiche entusiaste, ha confermato un successo iniziale dell’operazione che tuttavia rimane un mistero a causa di varie dinamiche. Difatti a differenza dei film canonici che escono in sala per un periodo di tempo variabile, The Irishman aveva dei limiti imposti dalla piattaforma e, non a caso, ha ricevuto una distribuzione nella sale limitata, pur considerando i nomi coinvolti nel progetto.

Netflix ha sempre tenuto piuttosto nascoste le metriche degli ascolti dei suoi film, tuttavia Scott Stuber ha affermato che la piattaforma sta sviluppando un sistema per comunicare in modo più chiaro, gli ascolti riscossi dai prodotti audiovisivi presenti su Netflix. Nel summit indetto da Variety, Scott Stuber, che ricordiamo essere a capo del reparto film di Netflix, ha dichiarato: “Non vogliamo nascondere nulla, ma vogliamo che queste informazioni vengano spiegate correttamente per proteggere i registi e i loro film, perché il box-office non è il nostro unico business.”

La corsa verso gli Oscar è sempre più vicina alla sua conclusione. Tutto sembra decretare The Irishman come protagonista della prossima edizione, diventando un successo ancora più importante per Netflix che, insieme ad altre piattaforme streaming, ha cambiato Hollywood e le distribuzioni dei film. Come accennato nel primo paragrafo, il caso mediatico di The Irishman non è indice effettivo della riuscita dell’intero progetto, il quale deve tenere conto di vari elementi estranei alla classica distribuzione di un prodotto audiovisivo. The Irishman non è il solo ad aver conseguito importanti ascolti nei primi giorni d’uscita, un altro esempio di tale successo è anche da riscontrare in Bird Box con Sandra Bullock, film visionato da 26 milioni di spettatori nella prima settimana di distribuzione.

               LEGGI ANCHE: The Irishman come mini serie: Scorsese tuona il suo tassativo NO

LEGGI ANCHE:The Irishman causa l’impasse di Netflix con le grandi catene di cinema statunitensi