Ellen DeGeneres subisce un duro contraccolpo dopo aver scherzato sulla quarantena

Ellen DeGeneres, CinemaTown.it

Ellen DeGeneres non è nuova alle critiche da parte del pubblico, ma stavolta il contraccolpo è duro dopo che ha fatto una battuta sulla quarantena.


Ellen DeGeneres sta subendo un contraccolpo piuttosto negativo a causa di alcune battute che ha fatto riguardo l’attuale quarantena.
Nell’edizione del suo talk show di lunedì 6 Aprile, Ellen ha detto:

Una cosa che ho imparato dall’essere in quarantena è che, gente, –  è come essere in prigione, ecco com’è. Più che altro perché sono 10 giorni che indosso gli stessi vestiti e tutti quanti qui sono gay.

La host e star di Alla ricerca di Dory ha ferito il pubblico con questa battuta per due ragioni. La prima è simile al contraccolpo che ha ricevuto anche Sam Smith quando si è lamentato del fatto che restare in casa fosse come essere in prigione dato che abita in una casa davvero molto costosa.

Una persona ha twittato:

Ellen DeGeneres sente la quarantena come una prigione ma scommetto che non è affatto devastata dal rimbalzo dell’ultimo assegno perché il suo datore di lavoro non la vuole pagare per il suo lavoro.

Un altro ha scritto:

Ellen DeGeneres nella sua mansione parla della quarantena come di una prigione.

E un terzo ha postato:

Devo sapere chi ha convinto Ellen DeGeneres che paragonare una quarantena lussuriosa alla prigione fosse una cosa intelligente da fare.

E come se non bastasse:

No @TheEllenShow, essere in quarantena nella tua mansione con tanto cibo, medicine e privilegi NON è come essere in prigione.

Poi:

Le persone incarcerate si stanno ammalando di #COVID19 e alcuni stanno morendo a causa della mancanza di accesso al sistema sanitario, provviste e empatia di base da parte dello staff.

Altre persone invece se la sono presa con l’insinuazione che “tutto qui sono gay”, argomentando che si tratta di uno stereotipo negativo e che faccia della leggerezza sulla questione della violenza sessuale.

Come faccia Ellen, una persona gay, a non capire che fare battute sull’essere in prigione non colpisce?

Ha chiesto qualcuno.

Un altro ha aggiunto:

Proveniente da una persona che voluto che Kevin Hart si scusasse per aver fatto una battuta gay… Lo odio.

L’attrice di The Astronauts Wives Club, Erin Cummings, si è unita alle critiche e ha twittato:

Ha detto che tutti sono gay in prigione, trattando con leggerezza l’orribile quantità di stupri che avvengono in prigione tra gli uomini. Quella non è omosessualità. Quella è violenza sessuale e non dovrebbe essere correlata o resa una battuta – da nessuno di alcun orientamento sessuale.

Ellen ancora non ha risposto a questo contraccolpo.

Leggi Anche – Amber Heard : le prove falsificate potrebbero farla condannare a tre anni 

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it