#IoRestoACasa: il film da quarantena sul lato oscuro della notorietà fai da te

quarto potere film da quarantena cinematown.it

Nell’epoca dei politici in formato social e degli influencer, un film da quarantena come Quarto Potere stabilisce i limiti di un impuro fenomeno di massa.


Urlare, ma sottovoce. Difendere la libertà d’opinione, ma travisare la realtà. Farsi belli, ma non crederci per davvero. La comunicazione di massa formato smartphone ha creato dei nuovi mostri della società moderna, che si alimentano delle nostre più istintive attrazioni per ciò che vorremmo e non abbiamo come dei parassiti. A rendere ancora più mortale questo contagio è il tipo di ospite che il parassita predilige, ovvero dei portatori la cui personalità è accentuata dai lati oscuri della società, più presenti in questi soggetti. Una dinamica simile all’Anello del Potere, ma su scala mondiale. Sono storie di emancipazione, vera o finta, e di successo, alla portata di tutti o meno, ma hanno quasi tutte la stessa cosa in comune: il materiale di partenza è misero e proviene da un background su cui è difficile fare luce, come il protagonista del film da quarantena di oggi, che è lo stereotipo per antonomasia di questo tipo di self made liars.

Finalmente disponibile su Prime Video, Quarto Potere è un capolavoro assoluto del cinema e della critica alla società considerata come fenomeno di massa, al di sopra della quale non si stagliano più i concetti di stato, divinità o civiltà, ma personalità che hanno il controllo dell’informazione. Charles Foster Kane è lo stereotipo archetipo reso mitico del self made man, protagonista di una sorta di rivisitazione de Il Grande Gatsby i cui propositi non sono criticare la società o la futilità dei desideri, quanto la rimessa in gioco delle ambizioni più predatorie, realizzate grazie ad una scalata sociale basata sul travisamento delle informazioni e sulla comunicazione di un’immagine di successo alla quale le menti delle persone si appiccicano come alla carta moschicida. Potente, critico, maestoso e cinematograficamente unico, il film da quarantena di oggi è una perfetta chiave di lettura della società moderna al cui vertice ci sono i nuovi vip che, come Kane, credono ciecamente che:

La gente penserà solo quello che voglio.

LEGGI ANCHE: #IoRestoACasa – il film da quarantena sui sogni infranti e i propositi sbagliati

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it