E se Stephen King fosse davvero figlio di Lovecraft e Machen?

Un racconto di Stephen King in particolare sembrerebbe confermare le cifre dei due autori, ma sono davvero così influenti nell'opera di King?
Stephen King cinematown.it

Il romanzo di Stephen King “N.” sembra essere ispirato da H.P. Lovecraft e Arthur Machen, ma non lo è. La vera ispirazione dietro la storia spaventosa.


Il maestro dell’horror letterario Stephen King ha scritto il romanzo del 2008 N., che si dice sia stato ispirato dalle opere di H.P. Lovecraft, ma non è così. Entrambi gli scrittori hanno lasciato un segno sostanziale nel genere, ma sono completamente separati nelle loro ispirazioni. Mentre N. contiene elementi familiari all’horror lovecraftiano, non è stato in alcun modo influenzato dall’autore del 20esimo secolo. Il romanzo segue Sheila mentre indaga sulla morte di suo fratello Johnny. Era uno psichiatra che ha commesso il suicidio, e la sorella sospetta che sia stato influenzato a togliersi la vita da un paziente noto come N., che soffriva di disturbo ossessivo-compulsivo e deliri paranoici.

Mentre la storia procede, Sheila scopre una porta tra le realtà in cui risiede un mostruoso essere chiamato Cthun. Se compaiono sette pietre nella posizione della barriera, la bestia irromperà nel regno dei vivi per provocare il caos nel mondo. Le somiglianze tra Cthun e le profondità oscure in cui risiede, si riferiscono fortemente alla creatura divina più popolare di Lovecraft, Cthulhu. La creatura in N., Cthun, sembra essere una versione abbreviata e leggermente alterata del nome Cthulhu.

Inoltre, entrambe le creature sono descritte in termini divini. Cthun vive in mezzo a mondi ma dimora negli angoli più bui del misterioso piano dell’esistenza e della non esistenza. Cthulhu vive nella città sommersa di Rlylyh sotto l’Oceano Pacifico. Queste creature vivono in un ambiente indisturbato e appaiono solo quando l’umanità interrompe il loro sonno. Indipendentemente dalle loro somiglianze, King è irremovibile per quanto riguarda l’ispirazione presa da The Great God Pan di Arthur Machen.

L’ispirazione di Arthur Machen per N.

Stephen King cinematown.it

Il romanzo horror di Arthur Machen del 1894, The Great God Pan, segue la storia della possibile esistenza del diavolo e della trasformazione dell’essere umano in bestia. Si concentra principalmente sul personaggio di Clarke che assiste allo strano esperimento del dottor Raymond, secondo cui spera che aprirà la mente umana per rivelare il mondo spirituale e gli dei antichi. Esegue l’intervento chirurgico su una donna di nome Mary che, alla fine del romanzo, partorisce un bambino che viene generato dal dio noto come Pan.

Sia il romanzo di King che quello di Machen mettono in evidenza l’idea di un antico dio che tenta di fare irruzione nel regno dei vivi, tranne che Pan lo fa attraverso Mary, simile al film Rosemary’s Baby (1968). È difficile trovare molte somiglianze tra il lavoro di Machen e King. Si assomigliano principalmente a vicenda nel loro uso di dottori, antiche divinità e barriere tra i mondi. The Great God Pan ha influenzato molti scrittori horror tra cui H.P. Lovecraft, che potrebbe essere la ragione per cui si presume che il romanzo di King sia stato influenzato da lui.

Stephen King enfatizza l’uso dei disturbi mentali in un modo simile a quello di Machen, così come il fatto che il personaggio focale sia una donna. L’autore horror contemporaneo ha dichiarato che il suo romanzo non può essere paragonato a The Great God Pan, ma ha utilizzato elementi specifici della storia per creare N. In conclusione, le voci secondo cui King è stato influenzato da H.P. Lovecraft per N. non sono vere, ma resta il fatto che hanno delle somiglianze. Ciò è principalmente dovuto al fatto che sia Stephen King che Lovecraft hanno preso ispirazione da The Great God Pan di Arthur Machen quando hanno creato le loro mostruose creature.

LEGGI ANCHE: Stephen King su Woody Allen – «è l’ennesimo ad essere imbavagliato, sono spaventato»

Discuti di questo argomento e molto altro nel gruppo Facebook CinemaTown – Cinema e Serie Tv

cinematown.it