Ultimamente Daniel Radcliffe, ex maghetto della saga di Harry Potter, sta facendo parlare di sé, prima con una notizia che circolava che lo vedrebbe nei panni del nuovo Wolverine e ora con un desiderio che sa più da fan di Harry Potter che non da attore che lo ha interpretato.
Daniel, infatti, ha detto che pensa che Harry Potter potrebbe avere un reboot. L’attore crede che “altre versioni” dei film originali potrebbero uscire sugli schermi nel futuro.

Sono sicuro che ci saranno altre versioni. So di non essere l’ultimo Harry Potter che vedrò nella mia vita – ne abbiamo già avuti alcuni [nello spettacolo teatrale La maledizione dell’erede].

Ha detto a IGN.

Naturalmente, il mondo magico vive ancora nel franchise di Animali Fantastici – che a quanto pare avrà ben cinque film – e il secondo, I crimini di Grindelwald, è stato rilasciato l’anno scorso.

Non solo, però. Radcliffe pensa anche che ci potrebbe essere anche uno spin-off in forma di serie tv di Harry Potter e che potrebbe uscire anche abbastanza spesso.
Recentemente l’attore ha rivelato che lo spin-off che gli piacerebbe di più vedere è quello riguardante i Malandrini – il nome dato al gruppo di amici formato dal padre di Harry, James Potter, Sirius Black, Remus Lupin e Peter Minus.
Sappiamo che l’intero gruppo dei Malandrini è morto prima l’ultimo libro/film della serie, quindi quello che possiamo intuire è che eventualmente si tratterebbe di un prequel, come Animali Fantastici.

Sento che ci sono altre storie di quel mondo che potrebbero assolutamente trasformarsi in una serie TV, al cento per cento”.

Ha detto a TVGuide.

Una serie con la vecchia generazione [I Malandrini] potrebbe essere davvero figa.

Ben presto avremo occasione di vedere Daniel Radcliffe in una nuova produzione americana per TBS, prodotta da Simon Rich, dal titolo Miracle Workers, a fianco di Steve Bushemi e Geraldine Viswanathan.

Leggi Anche: Tolkien: rilasciato il trailer ufficiale del biopic sull’autore de Il Signore degli Anelli